Statisticamente il mal di schiena è il sintomo più diffuso nella popolazione. Una delle sue cause è l’ernia al disco.

Vediamo di cosa si tratta, quali sono i sintomi e le soluzioni per affrontare al meglio questo problema.

Cos’è un disco

Quando si parla di ernia di protrusione

Il disco intervertebrale o intersomatico è un ammortizzatore ovaloide composto da cercini cartilaginei e gelatinosi, con un nucleo all’interno di sostanza densa.

Il suo compito è principalmente di salvaguardare l’intera struttura vertebrale da traumi e microtraumi ripetuti: cadute importanti (sia col sedere, sia direttamente sul rachide) colpo di frusta, ripetuti sobbalzi, sia da attività sportive che lavorative, eccessivi sforzi che coinvolgono l’intera struttura  (stress muscolare e in caso di professionisti, esagerato carico durante l’allenamento).

Altri traumi che non vengono considerati tali sono per esempio: starnuti , colpi di tosse , movimenti improvvisi o posture perpetrate nel tempo che possono facilmente passare da processi artrosici a processi degenerativi del disco.

ernia-del-disco-sintomi

La vertebra

Le vertebre sono ossa corte che formano la colonna vertebrale. Esse presentano caratteristiche comuni che permettono di descrivere una vertebra tipo.

La vertebra è costituita da un corpo vertebrale che insieme all’arco vertebrale delimita i forami di coniugazione da dove fuoriescono i nervi periferici.  La sovrapposizione delle vertebre e dei fori vertebrali  costituiscono il canale vertebrale all’interno del quale è contenuto il midollo spinale.

Questa premessa ci fa capire la nobiltà di questo insieme di ossa che, grazie alla loro perfezione architettonica ha funzioni di solidità, flessibilità e protezione del midollo spinale.

Diagnostica e terapia osteopatica

Le ernie discali possono presentarsi lungo tutta la colonna vertebrale (dove è presente il disco).

Le zone più interessate sono il tratto cervicale, meno diffuse il tratto dorsale, più frequentemente ernia del disco L5 S1.

ernia-del-disco-sintomi

I sintomi dell’ernia del disco

– I sintomi principali

I principali sintomi lamentati dai pazienti sono dolore muscolare e dolore funzionale, ossia la limitazione di movimento e forza dell’arto interessato.

Nel caso di un ernia cervicale, l’arto interessato è il braccio o la mano e prende nome di cervicobrachialgia.

In caso di ernia lombare risulta invece interessato il nervo sciatico con dolore all’arto inferiore, ossia la gamba ed il piede.

Meno frequente è la sofferenza del nervo crurale che prende origine da L3.

– Altri sintomi lamentati dai pazienti

Frequentemente, oltre ai sintomi principali appena descritti, si associano disturbi neurologici come formicolii, scariche elettriche e perdite della sensibilità.

L’ernia può essere espulsa e si tratta di una situazione grave che può andare incontro ad intervento chirurgico.

 

Curare l’ernia del disco con l’osteopatia

osteopatia-ernia-disco

É fondamentale ascoltare tutta la sintomatologia che il paziente riferisce (la cosiddetta anamnesi) senza trascurare nulla.

Una volta compilato il quadro dignostico e amnanestico, i test e la palpazione delle zone interessate consentono di valutare l’entità del danno, e quindi di impostare un’adeguata terapia manuale, posturale o manipolativa, sia essa muscolo scheletrica o viscerale, in quanto il concetto di globalità per noi osteopati è fondamentale.

Non da ultimo la diagnostica per immagini (T.A.C o RNM) deve essere sempre consigliata. Il buon senso deve essere una regola per non fare danni.

É corretto specificare che il concetto di “far rientrare l’ernia” è errato, semplicemente per il fatto che essendo in posizione eretta la forza di gravità tende alla continua compressione.

Leave a Comment