Patologie e infortuni più comuni nel gioco del calcio.

Patologie e infortuni più comuni nel gioco del calcio.

Il calcio viene praticato da oltre 5 milioni di italiani tra professionisti e amatori.
Il calcio è uno sport intenso che mette a dura prova il fisico, dove i contatti corpo a corpo tra avversari sono frequenti con importanti sollecitazioni in particolare per gli arti inferiori.

Giuseppe BergomiGli infortuni più comuni nei calciatori colpiscono le articolazioni delle ginocchia e delle caviglie così come i muscoli più sollecitati.
Il Centro CGF di Cesano Maderno, con un team di ortopedici, osteopati, fisioterapisti e massaggiatori supporta da molti anni gli atleti nel recupero e nella prevenzione dagli infortuni, con il supporto delle più moderne tecnologie elettromedicali.

I traumi che subiscono i calciatori possono essere diretti o indiretti. 
La distorsione colpisce le articolazioni (ginocchio, piede, caviglia) a seguito di un trauma o di un movimento innaturale. 
Nel trattamento delle distorsioni interveniamo con il taping funzionale (bendaggio dinamico), sedute fisioterapiche, tecarterapia e manipolazioni osteopatiche per un rapido e completo recupero.

La lesione parziale del menisco (meniscopatia) viene trattata con successo combinando la  fisiochinesiterapia con l’utilizzo di Tecar e Limfa, apparecchiature che risultano molto efficaci nella riduzione dell’infiammazione e del dolore. 
In caso di rottura completa del menisco è necessario l'intervento chirurgico.
Altra importante lesione che si registra in aumento tra i calciatori è la rottura del legamento crociato anteriore, la cui terapia impone un intervento chirurgico volto alla ricostruzione del legamento stesso, seguito da una particolare fase riabilitativa.

Gli infortuni muscolari possono essere di lieve entità (affaticamento e contrattura) o severi (stiramenti e strappi muscolari) e richiedono una terapia corretta un compelto recupero e per evitare spiacevoli ricadute.

L’affaticamento muscolare subentra quando i muscoli vanno sotto sforzo a causa di intense e ripetute sollecitazioni. È un infortunio è di lieve entità per cui bastano riposo, ghiaccio e poche sedute di massoterapia ed esercizi di allungamento muscolare per una completa ripresa.
La contrattura è conseguenza di un affaticamento, anche se a differenza di quest’ultimo il muscolo non riesce a funzionare a causa dell’aumento di volume delle fibre. In questo caso bisogna intervenire con sedute di massoterapia e tecarterapia  associate ad un periodo di riposo della parte interessata.

Stiramenti e strappi muscolari sono causati dall’estensione eccessiva del muscolo oltre la sua fisiologica capacità.
Ci sono diversi gradi di gravità ed entità, a seconda dei quali variano i tempi di recupero e le cure fisioterapiche necessarie. Solitamente il  trattamento nella prima fase dell’infortunio consiste in riposo, applicazione di taping e tecarterapia.  In un secondo momento si passa alla riabilitazione attiva del muscolo con sedute di massoterapia ed esercizi funzionali. 

Oltre agli infortuni, sussistono patologie correlate al sovraccarico funzionale causato dalla ripetizione costante di alcuni gesti sportivi: tra i disturbi più ricorrenti troviamo le tendiniti e la pubalgia.

I nostri esperti sapranno stabilire il miglior programma di recupero, prenota subito la tua visita.

Share:

Richiedi una visita

Compila il modulo di richiesta, sarai ricontattato dalla nostra segreteria.

Modulo richiesta