La terapia sclerosante per eliminare i capillari.

La terapia sclerosante per eliminare i capillari.

La terapia sclerosante detta anche scleroterapia è una terapia utile per trattare e ridurre gli inestetici capillari dilatati (telangectasie) e le varici, in particolare se localizzati nei pressi della superficie cutanea. 
Il trattamento consiste nell’iniezione, con l’ausilio di aghi sottilissimi, di una sostanza sclerosante direttamente all’interno dei piccoli vasi interessati, che ne provoca la chiusura (sclerotizzazione) e, dunque, la scomparsa.
La dilatazione dei capillari e la presenza di vene varicose negli arti inferiori sono patologie frequenti nella popolazione adulta dei paesi occidentali, stimate nell’ordine del 25-33% nelle donne e del 10-20% negli uomini, ed aumentano con l’età, con una prevalenza del 59% per le teleangectasie isolate e del 14.3% per le vene varicose.

Le teleangectasie degli arti inferiori possono derivare da malattia venosa cronica, da fattori ormonali/ gravidanza, da debolezza costituzionale del tessuto capillare e scatenate o accentuate da alcuni fattori come prolungata stazione eretta, traumi pregressi, predisposizione ereditaria,aumento di peso, le radiazioni UV, il calore, il freddo, il fumo. Rappresentano uno dei problemi estetici più importanti, poiché prediligono il sesso femminile; possono provocare bruciore, dolore puntorio, pesantezza soprattutto in ortostatismo e nella fase premestruale.

Scleroterapia, terapia sclerosanteNella maggior parte delle circostanze, la scleroterapia viene praticata per fini estetici per rislvere gli inestetismi causati da venule e capillari presenti sulle gambe o alle teleangectasie comparse sul viso. I benefici del Trattamento sclerosante possono anche essere funzionali, secondo i vasi trattati.
In funzione del numero di venule o capillari da trattare può essere necessaria più di una seduta.
Il trattamento di norma non è doloroso ma provoca soltanto un senso di fastidio nell’area di iniezione. A seguito del trattamento localizzato alle gambe, al paziente verrà applicato un bendaggio compressivo
Si consiglia di eseguire la terapia nei periodi dell’anno più freddi evitando l’esposizione alla luce solare e al caldo eccessivo.

Per evitare complicanze più o meno serie è bene rivolgersi solo a professionisti esperti  in grado di effettuare uno studio attento del sistema venoso profondo e superficiale, se necessario eseguendo un ecocolordoppler venoso per valutare l’esistenza di patologie maggiori.
Tra il sistema delle vene superficiali collaterali delle safene e i capillari esiste un sistema intricato di venule sottodermiche ed intradermiche che connettono la circolazione del macrocircolo con quello del microcircolo. Spesso questo sistema di connessione non viene considerato nel trattamento sclerosante delle teleangectasie e qui si cade nell’errore di considerare solo la punta dell’iceberg.

Nel Centro CGF esercita la Dott.sa Franca Abbritti, chirurgo vascolare e flebologo autorevole nel panorama medico: richiedi una visita.

Share:

Richiedi una visita

Compila il modulo di richiesta, sarai ricontattato dalla nostra segreteria.

Modulo richiesta