Dolori articolari: sintomi, cause e terapia.

Dolori articolari: sintomi, cause e terapia.

dolori articolari (artralgia) possono essere il sintomo di numerose patologie.
In alcuni casi il disturbo può derivare da un semplice affaticamento o da stati influenzali, in altri casi è la conseguenza di problematiche a carico dell'articolazione stessa. Tra le cause più comuni del dolore articolare troviamo gli eventi traumatici articolari e peri-articolari quali lussazioni e distorsioni ma anche patologie specifiche come l'artrosi, l'artrite, la fibromialgia  o le tendiniti.

Il dolore articolare si manifesta solitamente in combinazione a gonfiore, arrossamento, rigidità e perdita di funzionalità dell'articolazione interessata.
Il dolore alle articolazioni può essere passeggero e risolversi spontaneamente dopo un breve periodo. Tuttavia, se il dolore persiste, è consigliato rivolgersi ad uno specialista per ottenere una diagnosi precisa. 
A seconda della causa scatenante dei dolori articolari, sarà indicato un trattamento specifico e mirato per risolvere o alleviare il problema.


ATROSI

L'artrosi è certamente la più comune delle malattie dell’apparato muscolo scheletrico, una malattia degenerativa cronica che si sviluppa solitamente nelle persone dopo i 50 anni.
Solo in Italia colpisce oltre quattro milioni di persone, circa il 12.1% della popolazione.
Alla base dell’artrosi vi è un processo degenerativo delle cartilagini articolari che si può estendere all’intera articolazione, incluso l’osso subcondrale e le intersezioni tendinee.
Esiste una forte famigliarità nella patologia con maggiore prevalenza nei soggetti obesi e in sovrappeso. Anche la sedentarietà, responsabile di perdita del tono muscolare, concorre nella riduzione di stabilità delle articolazioni.  Ad aggravare i sintomi dell’artrosi è solitamente la cattiva postura che grava ulteriormente sulle articolazioni già compromesse.

Le articolazioni più colpite sono quelle delle mani e dei piedi, le anche, le ginocchia e la colonna lombare.
Anche i traumi ripetuti, che occorrono in particolari attività lavorative o attività sportiva agonistica, possono avere un ruolo critico nell’origine di alcune forme precoci di artrosi.

Non esiste un farmaco in grado di bloccare l’artrosi. L’approccio terapeutico si basa su modifiche dello stile di vita finalizzate alla perdita di peso (nei casi in cui la patologia coinvolga articolazioni sottoposte a carichi come ginocchia, anca, caviglie), terapie farmacologiche anti-infiammatorie e il ricorso alla fisioterapia
L'utilizzo della manipolazione osteopatica non solo è curativo ma interrompe e previene le alterazioni artrosiche, che altrimenti proseguono in modo inarrestabile.


ATRITE

L’artrite è un’infiammazione delle articolazioni di natura acuta o cronica e non va confusa con l’artrosi. 
Può interessare una o più articolazioni con dolori diffusi. Esistono molti tipi di artrite, la più nota è l’artrite reumatoide. Attualmente esistono cure efficaci a disposizione in grado di prevenire la deformazione articolare. 
Le sue caratteristiche classiche di dolore, rigidità e mobilità limitata possono spesso essere alleviate e migliorate con il trattamento osteopatico in supporto alle cure farmacologiche.


FIBROMIALGIA

La sindrome fibromialgica è una forma comune di dolore muscoloscheletrico e articolare diffuso che colpisce circa 2 milioni di Italiani.
È una patologia difficile da diagnosticare che comporta una convivenza forzata con il dolore con conseguenze negative sulla qualità di vita dei pazienti.
Scopri come il Centro CGF è in grado di trattare cin successo il paziente fibromialgico attraverso un approccio terapeutico multimodale: leggi l'approfondimento sulla FIBROMIALGIA.


OSTEOCONDROSI

Nota anche come osteocondrite, insorge prevalentemente a livello delle articolazioni ed affligge soprattutto i giovani, gli sportivi e chi, in generale, è soggetto a traumi continui e ripetuti.
Si tratta di una patologia che colpisce maggiormente le ossa che compongono un’articolazione, in cui una piccola porzione di estremità ossea o cartilaginea si frammenta staccandosi dal restante osso sano. Questo frammento genera dolore e viene chiamato col termine medico di “topo articolare”.
I sintomi dell'osteocondrosi evolvono e si aggravano molto lentamente. Le indagini diagnostiche, se fatte per tempo, consentono un intervento terapeutico non invasivo.
La terapia conservativa consiste nel riposo dall'attività fisica/lavorativa, sedute di fisioterapia e in alcuni casi il ricorso all'immobilizzazione dell’arto.
L’approccio fisioterapico è adatto anche per le forme di osteocondrosi dell'età giovanile.


TENDINITE

La tendinite consiste nell’infiammazione di un tendine, ovvero della struttura che collega le ossa ai muscoli e che consente il movimento delle articolazioni. La tendinite può avere un'insorgenza acuta o progressiva, è caratterizzata da dolore e tumefazione locale e perdita di funzionalità dell'articolazione coinvolta.
Colpisce più frequentemente gli atleti o le persone che svolgono attività lavorative pesanti o con azioni ripetitive. Nel caso in cui vi sia un'alterazione della normale struttura “collagenica” del tendine, nelle forme croniche può soggiungere la rottura del tendine, un problema serio che necessita di intervento chirurgico.
Nel trattamento delle tendiniti è consigliata la Fisiochinesiterapia e l’utilizzo di Pronexibus, un dispositivo medico innovativo che unisce all'effetto antiinfiammatorio quello rigenerativo dei tessuti. Scopri quali sono le tendiniti più frequenti e come risolverle: leggi l'approfondimento sulle TENDINOPATIE.  


BORSITE

Per borsite si intende un processo infiammatorio della borsa sierosa di un'articolazione. Quando si verifica, il movimento del tendine diviene difficile e doloroso, mentre il movimento dei tendini e dei muscoli sulla borsa infiammata aggrava l'infiammazione, perpetuando il problema.
In associazione al controllo dell’infiammazione e dolore con i farmaci, la terapia della borsite prevede anche applicazioni di terapie locali come la tecarterapia e ultrasuoni.

Soffri di dolori articolari acuti o cronici?
Prenota la tua visita per una corretta diagnosi e terapia, affidati agli specialisti del Centro CGF.

Condividi questo articolo:

Richiedi una visita

Compila il modulo di richiesta, sarai ricontattato dalla nostra segreteria.

Modulo richiesta